En
"Il Milion" cinese. Il viaggio al contrario della Cina in Italia - Giugno 2019 - 12/06/2019 [ leggi ]
L'export italiano tra rallentamento mondiale e "cigni neri" - Aprile 2019 - 16/04/2019 [ leggi ]
Nuovo fronte caldo in Medio Oriente. Ma l’economia degli Emirati non sembra risentirne - Gennaio 2019 - 21/01/2019 [ leggi ]
Una “banca dell’Iran” in Germania per aggirare le sanzioni - Luglio 2018 - 25/07/2018 [ leggi ]
L'attacco di Trump alla Russia, e il prezzo dei metalli vola - Maggio 2018 - 23/05/2018 [ leggi ]
Trade War - Aprile 2018 - 30/04/2018 [ leggi ]
Dall’“American first” di Trump, un’opportunità anche per l’export italiano - Marzo 2018 - 23/03/2018 [ leggi ]
Euro forte: rischio per l’export se non si fa hedging - Dicembre 2017 - 19/12/2017 [ leggi ]
L’economia guarda ad est. Arabia Saudita e Russia nuovi padroni del petrolio. - Luglio 2017 - 11/07/2017 [ leggi ]
Post-Trump nuovi scenari per la Russia e il rublo si rafforza - Maggio 2017 - 02/05/2017 [ leggi ]

News Ott 2015

07
Ott 2015

La guerra valutaria passa alla fase 2: la scalata del ranking mondiale

La guerra valutaria passa alla fase 2: la scalata del ranking mondiale

Dollaro, Euro, Sterlina e Yen, nell’ordine, erano fino a poco tempo fa le quattro principali valute al mondo, come metodo di pagamento negli scambi commerciali nonché tra i principali cross per l’hedging valutario. Tuttavia dal 2012 ad oggi una moneta ha iniziato a farsi sempre più strada negli scambi commerciali mondiali passando dal dodicesimo posto nel ranking mondiale (secondo i dati swift),  ovvero al di sotto del dollaro canadese, australiano, neozelandese e del dollaro di Hong Kong del franco svizzero e persino del Bath Tailandese, ricoprendo una quota inferiore all’1% degli scambi mondiali (0,84%). Stiamo parlando naturalmente dello yuan renminbi cinese che dopo aver superato le in breve tempo le valute secondarie, ha raggiunto il quinto posto nel ranking fino a riuscire nel sorpasso nei confronti dello yen giapponese negli ultimi mesi e risultando così la quarta moneta per scambi commerciali con una quota del 2,79% rispetto al 2,76% dello yen giapponese. La crescita degli scambi dello yuan è stata favorita soprattutto dalle continue interazione tra Cina ed Hong Kong, con il 36% delle banche coinvolte che utilizzano yuan renminbi come valuta degli scambi.

 Per il momento la sterlina (terza nel ranking) può continuare a conservare il suo status, ma è evidente come la crescita dell’utilizzo dello yuan sia sempre più una certezza anche per operatori europei che hanno sempre di più aumentato le interazioni con la Cina.

Tuttavia, lo yen non starà a guardare e probabilmente di scambi di posizione avverranno di continuo nei prossimi mesi, finché una delle due monete staccherà notevolmente l’altra assicurandosi definitivamente il quarto posto. Il recupero della quarta posizione dello yen nei confronti dello yuan potrebbe avvenire nei prossimi mesi, grazie al recente accordo Trans Pacific Partnership con cui gli Stati Uniti ed undici paesi dell’area Pacifico (tra cui il Giappone) avranno libero scambio di prodotti (con l’esclusione di quelli farmaceutici), riducendo progressivamente migliaia di dazi e barriere all’interscambio. Nell’accordo, ad essere esclusa è stata proprio la Cina, che risente ancora di alcuni dazi commerciali importanti soprattutto dopo le recenti manovre di svalutazione dello yuan di agosto. Il Paesi del TPP rappresentano il 40% del PIL mondiale ricoprendo pertanto un ruolo strategico per l’economia nipponica in particolare, anche alla luce dell’Abenomics in difficoltà.

 

Livelli PIVOT

 

Eur-Usd:

(R1) 1,1308

(R2) 1,1348

(R3) 1,1457

-

(S1) 1,1199

(S2) 1,1130

(S3) 1,1021

Oro:

(R1) 1.148

(R2) 1.158

(R3) 1.174

  -

(S1) 1.131

(S2) 1.125

(S3) 1.108

Petrolio WTI:

(R1) 48,28

(R2) 50,35

(R3) 53,70

  -

(S1) 44,93

(S2) 43,65

(S3) 40,30

Petrolio Brent:

(R1) 50,11

(R2) 51,01

(R3) 53,04

  -

(S1) 48,08

(S2) 46,95

(S3) 44,92

Alluminio:

(R1) 1.572

(R2) 1.586

(R3) 1.612

  -

(S1) 1.546

(S2) 1.534

(S3) 1.508

Rame:

(R1) 5.236

(R2) 5.284

(R3) 5.390

  -

(S1) 5.130

(S2) 5.072

(S3) 4.966

Nichel:

(R1) 10.025

(R2) 10.115

(R3) 10.300

  -

(S1) 9.840

(S2) 9.745

(S3) 9.560

Piombo:

(R1) 1.642

(R2) 1.656

(R3) 1.688

  -

(S1) 1.610

(S2) 1.593

(S3) 1.562

Zinco:

(R1) 1.672

(R2) 1.690

(R3) 1.722

  -

(S1) 1.639

(S2) 1.625

(S3) 1.592

Stagno:

(R1) 15.622

(R2) 15.683

(R3) 15.828

  -

(S1) 15.477

(S2) 15.393

(S3) 15.248